La lista dei perché: perché facciamo le cose che facciamo


Nel nostro viaggio personale, cerchiamo spesso di capire il perché delle cose, di essere più consapevoli. Vogliamo sapere perché siamo qui, vogliamo avere uno scopo, vogliamo trovare noi stessi capendo per cosa siamo venuti al mondo.

Crescendo, cerchiamo di trovare un senso distribuendo il nostro tempo tra il lavoro, la famiglia e le nostre passioni, con l’obiettivo di costruire quel tipo di vita che rispecchi il più possibile quella che abbiamo immaginato nei nostri sogni.

Agiamo per il nostro interesse personale? Ci comportiamo in un certo modo solo per compiacere gli altri? Ci sono diverse risposte a queste domande, in dipendenza della nostra volontà e capacità di ascoltare i nostri desideri. Questo non vuol dire che in un attimo bisogna essere capaci di porsi tutte le giuste domande e risolvere il puzzle della vita è importante fare quelle giuste perché:

  • Sono uno strumento basilare perché ci portano a essere coscienti delle nostre dinamiche psicologiche che altrimenti resterebbero inconsce.
  • Attraverso le domande piantiamo dei semi nel nostro inconscio e, anche se al momento non abbiamo una risposta, col tempo la nostra psiche sarà stimolata a fare emergere delle nuove soluzioni.
  • Ci permettono di attingere alla nostra saggezza e mobilitare le nostre risorse interiori.
  • Ci portano all’indipendenza emotiva. Con molti altri metodi c’è il rischio di aver sempre bisogno di ricorrere a qualche figura esterna per comprendere i meccanismi che ci bloccano e realizzare i cambiamenti che desideriamo. Attraverso le domande invece possiamo diventare i coach di noi stessi.
  • Una domanda potente è in grado di attivare la parte riflessiva della tua mente e facilitarti nel trovare risposte e soluzioni in maniera molto più efficace di qualsiasi «predica» o «adesso ti dico io come si fa».

Infatti, se ci concentriamo e utilizziamo la giusta dose di sforzo e concentrazione, capiremo chiaramente le ragioni che ci sono dietro le nostre azioni quotidiane e le scelte a lungo termine.

Ecco quindi 9 ragioni che ci aiutino a capire meglio perché facciamo quello che facciamo:

1.Bisogni primari

I bisogno primari sono necessità fondamentali di ogni essere vivente: cibo, acqua, sonno e un riparo. Di queste cose non possiamo assolutamente privarci se vogliamo vivere. Ci sono lussi e necessità nella vita, cose di cui possiamo fare a meno, questi bisogni non sono tra quelli.

Il nostro istinto è quindi quello di lavorare per essere sicuri di avere queste cose, e se ormai siamo arrivati a un punto in cui diamo questi bisogni per scontati, è bene ricordarci che ci sono e spesso nonostante tutti questi bisogni nella nostra vita siano già soddisfatti, prendiamo ugualmente decisioni per la paura di perderli.

2.Senso del dovere

Questa categoria è decisamente ampia, il senso del dovere può essere inteso come la volontà di fare qualcosa di utile della nostra vita in modo tale da aiutare chi è meno fortunato, oppure il desiderio di fare qualcosa di grande per essere ricordati.

E’ però anche il sentimento di orgoglio che scaturisce dall’aver fatto un buon lavoro o qualcosa di buono in generale. Lavoriamo per provvedere alla famiglia e riusciamo a mandare i nostri figli in una buona scuola, riusciamo a fare in modo che i nostri parenti abbiano tutto quello di cui hanno bisogno e così via. Siamo orgogliosi di quello che facciamo perché ambiamo anche al successo, non solo alla mera sopravvivenza.

3.Vizi

Pensiamo di non potere fare a meno di quell’ennesimo paio di scarpe o di mangiare un altro pacchetto di biscotti. Ma in realtà queste cose ci offrono solo un piacere temporaneo. I vizi sono puramente egoistici, non ci aiutano a raggiungere i nostri obiettivi e sono ovviamente da evitare. Ma errare e umano e cadere in qualche trappola è normale, l’importante è essere consapevoli del loro effetto e –se non riusciamo ad evitare di fare scelte dettate solo dai nostri vizi o dalla ricerca spasmodica del piacere immediato, pian piano possiamo evitarlo in futuro.

4.Amore

Questo è il perché migliore, sono atti di gentilezza e altruismo, per il bene e la felicità degli altri. Gli atti di amore sono qualcosa che si da non volendo assolutamente nulla in cambio, ma quando li compiamo non ci rendiamo conto che questo amore tornerà indietro in maniera esponenziale.

5.Passione

L’amore e l’altruismo sono importanti, ma coltivare le nostre passioni lo è altrettanto. Trova quelle cose che ti fanno stare bene, che accendono quella luce dentro di te, che ti fanno sorridere.

A volte sopprimiamo questi desideri perché ci sentiamo in colpa, ma tenere accesa la fiamma della passione interiore è importante e per farlo una cosa che ci aiuta è seguire i nostri sogni e sviluppare le nostre abilità.

6.To-do List

Tutti abbiamo una lista delle cose da fare, spesso questa è la cosa che ci spinge a finirle. Dobbiamo assolutamente sbarrare ogni casella e fare in modo che la nostra lista sia completa: un po’ perché ci da un senso di completezza, un po’ perché siamo competitivi con noi stessi e non accettiamo di lasciare il lavoro a metà. Una volta che conosciamo questo meccanismo possiamo usarlo a nostro favore e terminare i progetti anche meno facili dopo averli inseriti nella nostra to do list e categorizzati come sfida con noi stessi.

7.Attenzione

Ammetiamolo, una parte dell’essere umano ricerca l’attenzione degli altri. Potrà anche non piacerci, ma sotto sotto è qualcosa che ci fa sentire bene, ci fa sentire importanti.

Quindi a volte facciamo qualcosa solo (o in parte) per avere i nostri 15 minuti di celebrità. E questo è perfettamente normale. Anche qui l importante è esserne consapevoli e non diventare invece schiavi di questo meccanismo.

8.Per Noi

Abbiamo visto quanto siano importanti le azioni che facciamo per gli altri, soprattutto quando sono spintie dalla sola voglia di contribuire, dall amore incondizionato. Ma quelle che facciamo spinti dal desiderio di migliorare noi stessi sono altrettanto importanti. Quando questo accade, miglioriamo anche la nostra mente e la nostra anima, quindi siamo più felici e questo crea un effetto domino anche sugli altri.

9.Per te

Questa lista è una serie di suggerimenti, l’ultimo che mi sento di darti è questo: pensa con la tua testa, fai i tuoi ragionamenti, non farti condizionare dagli altri E’ la tua vita e l’unica persona che ha voce in capitolo a riguardo sei tu.

(*) Credit Lucia Giovannini

Share

8 comments on “La lista dei perché: perché facciamo le cose che facciamo

  1. manuelita
    aprile 7, 2017 at 10:07 am

    bellissimo post … buon weekend!!
    baci

    http://www.unconventionalsecrets.com/

  2. Fidalma www.fidalma.blogspot.it
    aprile 7, 2017 at 10:21 am

    La consapevolezza e’ importante perché ci aiuta a calibrare le azioni sui nostri reali bisogni…

  3. Jack
    aprile 7, 2017 at 10:22 pm

    Enjoyed reading the article above, really explains everything in detail, the article is very interesting and effective. Thank you and good luck for the upcoming articles.

  4. babaluccia
    aprile 8, 2017 at 4:17 pm

    Una guida molto interessante la tua io ho imparato a vivere senza più farmi nessuna domanda
    Un bacio

  5. MARZIA AMARANTO
    aprile 9, 2017 at 11:50 am

    io mi interrogo spesso sulla motivazione delle mie scelte e soprattutto sui risultati e avvolte mi faccio venire il mal di testa
    Kisses darling
    Bellezza pour femme – fashion blog di Marzia Amaranto

  6. giuliana
    aprile 10, 2017 at 10:12 am

    Ottimi questi consigli!

  7. martina
    aprile 10, 2017 at 10:15 am

    Da prendere nota! Pensare un po’ più a se stessi è giusto, un giusto equilibrio!

  8. stylentonic
    aprile 10, 2017 at 1:28 pm

    beautiful! xxx

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *