Rosa e nuvole di carta

Rosa e nuvole di carta, alessia milanese, thechilicool, fashion blog, fashion blogger, gianluca ranieri borse

Non sai del cielo, e non sai del cuore….

Notti insonni d’ inverno, occhi spalancati a fissare il soffitto. Desideri che diventano un’ossessione prima e una dipendenza poi. Indistintamente. Nuvole di carta da accartocciare come gomitoli di sogni quando la notte cede il passo ad un nuovo giorno. Perché ci sarà sempre bisogno di desiderare qualcosa di straordinario. E quel desiderio siamo noi.

Musica e brandelli di felicità che si fondono come bollicine in un calice di spumante. Istanti che fendono le nebbie tremule dell’anima, di rosa vestite. La vita come un cuore sui binari del destino. I ricordi che vivono di profumi e odori, la torta di mele fatta in casa, la lavanda che profuma i cassetti ed i sogni. Velleità fragili come il cristallo. Preziose come un gioiello. E il cuore. Fidati del tuo cuore se le stelle camminano all’indietro.  Per tutti gli uomini che credono ancora nel potere di un sogno, osservando le cose con lo sguardo dell’anima. Senza dimenticare gli angoli. Ascoltando, persone e silenzi. Senza paura delle distanze, perché le tue gambe sono nate per portarti lontano. Ed i muri per essere abbattuti. Con la forza incrollabile ed invincibile della felicità.

Non sai del cielo, e non sai del cuore….    Notti insonni d’ inverno, occhi spalancati a fissare il soffitto. Desideri che diventano un’ossessione prima e una dipendenza poi. Indistintamente.  Nuvole di carta da accartocciare come gomitoli di sogni quando la notte cede il passo ad un nuovo giorno. Perché ci sarà sempre bisogno di desiderare qualcosa di straordinario. E quel desiderio siamo noi. Musica e brandelli di felicità che si fondono come bollicine in un calice di spumante. Istanti che fendono le nebbie tremule dell’anima, di rosa vestite. La vita come un cuore sui binari del destino. I ricordi che vivono di profumi e odori, la torta di mele fatta in casa, la lavanda che profuma i cassetti ed i sogni. Velleità fragili come il cristallo. Preziose come un gioiello. E il cuore. Fidati del tuo cuore se le stelle camminano all’indietro.  Per tutti gli uomini che credono ancora nel potere di un sogno, osservando le cose con lo sguardo dell’anima.  Senza dimenticare gli angoli. Ascoltando, persone e silenzi. Senza paura delle distanze, perché le tue gambe sono nate per portarti lontano. Ed i muri per essere abbattuti. Con la forza incrollabile ed invincibile della felicità.

Non sai del cielo, e non sai del cuore….    Notti insonni d’ inverno, occhi spalancati a fissare il soffitto. Desideri che diventano un’ossessione prima e una dipendenza poi. Indistintamente.  Nuvole di carta da accartocciare come gomitoli di sogni quando la notte cede il passo ad un nuovo giorno. Perché ci sarà sempre bisogno di desiderare qualcosa di straordinario. E quel desiderio siamo noi. Musica e brandelli di felicità che si fondono come bollicine in un calice di spumante. Istanti che fendono le nebbie tremule dell’anima, di rosa vestite. La vita come un cuore sui binari del destino. I ricordi che vivono di profumi e odori, la torta di mele fatta in casa, la lavanda che profuma i cassetti ed i sogni. Velleità fragili come il cristallo. Preziose come un gioiello. E il cuore. Fidati del tuo cuore se le stelle camminano all’indietro.  Per tutti gli uomini che credono ancora nel potere di un sogno, osservando le cose con lo sguardo dell’anima.  Senza dimenticare gli angoli. Ascoltando, persone e silenzi. Senza paura delle distanze, perché le tue gambe sono nate per portarti lontano. Ed i muri per essere abbattuti. Con la forza incrollabile ed invincibile della felicità.

Non sai del cielo, e non sai del cuore….    Notti insonni d’ inverno, occhi spalancati a fissare il soffitto. Desideri che diventano un’ossessione prima e una dipendenza poi. Indistintamente.  Nuvole di carta da accartocciare come gomitoli di sogni quando la notte cede il passo ad un nuovo giorno. Perché ci sarà sempre bisogno di desiderare qualcosa di straordinario. E quel desiderio siamo noi. Musica e brandelli di felicità che si fondono come bollicine in un calice di spumante. Istanti che fendono le nebbie tremule dell’anima, di rosa vestite. La vita come un cuore sui binari del destino. I ricordi che vivono di profumi e odori, la torta di mele fatta in casa, la lavanda che profuma i cassetti ed i sogni. Velleità fragili come il cristallo. Preziose come un gioiello. E il cuore. Fidati del tuo cuore se le stelle camminano all’indietro.  Per tutti gli uomini che credono ancora nel potere di un sogno, osservando le cose con lo sguardo dell’anima.  Senza dimenticare gli angoli. Ascoltando, persone e silenzi. Senza paura delle distanze, perché le tue gambe sono nate per portarti lontano. Ed i muri per essere abbattuti. Con la forza incrollabile ed invincibile della felicità.

Non sai del cielo, e non sai del cuore….    Notti insonni d’ inverno, occhi spalancati a fissare il soffitto. Desideri che diventano un’ossessione prima e una dipendenza poi. Indistintamente.  Nuvole di carta da accartocciare come gomitoli di sogni quando la notte cede il passo ad un nuovo giorno. Perché ci sarà sempre bisogno di desiderare qualcosa di straordinario. E quel desiderio siamo noi. Musica e brandelli di felicità che si fondono come bollicine in un calice di spumante. Istanti che fendono le nebbie tremule dell’anima, di rosa vestite. La vita come un cuore sui binari del destino. I ricordi che vivono di profumi e odori, la torta di mele fatta in casa, la lavanda che profuma i cassetti ed i sogni. Velleità fragili come il cristallo. Preziose come un gioiello. E il cuore. Fidati del tuo cuore se le stelle camminano all’indietro.  Per tutti gli uomini che credono ancora nel potere di un sogno, osservando le cose con lo sguardo dell’anima.  Senza dimenticare gli angoli. Ascoltando, persone e silenzi. Senza paura delle distanze, perché le tue gambe sono nate per portarti lontano. Ed i muri per essere abbattuti. Con la forza incrollabile ed invincibile della felicità.

Non sai del cielo, e non sai del cuore….    Notti insonni d’ inverno, occhi spalancati a fissare il soffitto. Desideri che diventano un’ossessione prima e una dipendenza poi. Indistintamente.  Nuvole di carta da accartocciare come gomitoli di sogni quando la notte cede il passo ad un nuovo giorno. Perché ci sarà sempre bisogno di desiderare qualcosa di straordinario. E quel desiderio siamo noi. Musica e brandelli di felicità che si fondono come bollicine in un calice di spumante. Istanti che fendono le nebbie tremule dell’anima, di rosa vestite. La vita come un cuore sui binari del destino. I ricordi che vivono di profumi e odori, la torta di mele fatta in casa, la lavanda che profuma i cassetti ed i sogni. Velleità fragili come il cristallo. Preziose come un gioiello. E il cuore. Fidati del tuo cuore se le stelle camminano all’indietro.  Per tutti gli uomini che credono ancora nel potere di un sogno, osservando le cose con lo sguardo dell’anima.  Senza dimenticare gli angoli. Ascoltando, persone e silenzi. Senza paura delle distanze, perché le tue gambe sono nate per portarti lontano. Ed i muri per essere abbattuti. Con la forza incrollabile ed invincibile della felicità.

Non sai del cielo, e non sai del cuore….    Notti insonni d’ inverno, occhi spalancati a fissare il soffitto. Desideri che diventano un’ossessione prima e una dipendenza poi. Indistintamente.  Nuvole di carta da accartocciare come gomitoli di sogni quando la notte cede il passo ad un nuovo giorno. Perché ci sarà sempre bisogno di desiderare qualcosa di straordinario. E quel desiderio siamo noi. Musica e brandelli di felicità che si fondono come bollicine in un calice di spumante. Istanti che fendono le nebbie tremule dell’anima, di rosa vestite. La vita come un cuore sui binari del destino. I ricordi che vivono di profumi e odori, la torta di mele fatta in casa, la lavanda che profuma i cassetti ed i sogni. Velleità fragili come il cristallo. Preziose come un gioiello. E il cuore. Fidati del tuo cuore se le stelle camminano all’indietro.  Per tutti gli uomini che credono ancora nel potere di un sogno, osservando le cose con lo sguardo dell’anima.  Senza dimenticare gli angoli. Ascoltando, persone e silenzi. Senza paura delle distanze, perché le tue gambe sono nate per portarti lontano. Ed i muri per essere abbattuti. Con la forza incrollabile ed invincibile della felicità.

Non sai del cielo, e non sai del cuore….    Notti insonni d’ inverno, occhi spalancati a fissare il soffitto. Desideri che diventano un’ossessione prima e una dipendenza poi. Indistintamente.  Nuvole di carta da accartocciare come gomitoli di sogni quando la notte cede il passo ad un nuovo giorno. Perché ci sarà sempre bisogno di desiderare qualcosa di straordinario. E quel desiderio siamo noi. Musica e brandelli di felicità che si fondono come bollicine in un calice di spumante. Istanti che fendono le nebbie tremule dell’anima, di rosa vestite. La vita come un cuore sui binari del destino. I ricordi che vivono di profumi e odori, la torta di mele fatta in casa, la lavanda che profuma i cassetti ed i sogni. Velleità fragili come il cristallo. Preziose come un gioiello. E il cuore. Fidati del tuo cuore se le stelle camminano all’indietro.  Per tutti gli uomini che credono ancora nel potere di un sogno, osservando le cose con lo sguardo dell’anima.  Senza dimenticare gli angoli. Ascoltando, persone e silenzi. Senza paura delle distanze, perché le tue gambe sono nate per portarti lontano. Ed i muri per essere abbattuti. Con la forza incrollabile ed invincibile della felicità.

Non sai del cielo, e non sai del cuore….    Notti insonni d’ inverno, occhi spalancati a fissare il soffitto. Desideri che diventano un’ossessione prima e una dipendenza poi. Indistintamente.  Nuvole di carta da accartocciare come gomitoli di sogni quando la notte cede il passo ad un nuovo giorno. Perché ci sarà sempre bisogno di desiderare qualcosa di straordinario. E quel desiderio siamo noi. Musica e brandelli di felicità che si fondono come bollicine in un calice di spumante. Istanti che fendono le nebbie tremule dell’anima, di rosa vestite. La vita come un cuore sui binari del destino. I ricordi che vivono di profumi e odori, la torta di mele fatta in casa, la lavanda che profuma i cassetti ed i sogni. Velleità fragili come il cristallo. Preziose come un gioiello. E il cuore. Fidati del tuo cuore se le stelle camminano all’indietro.  Per tutti gli uomini che credono ancora nel potere di un sogno, osservando le cose con lo sguardo dell’anima.  Senza dimenticare gli angoli. Ascoltando, persone e silenzi. Senza paura delle distanze, perché le tue gambe sono nate per portarti lontano. Ed i muri per essere abbattuti. Con la forza incrollabile ed invincibile della felicità.

Non sai del cielo, e non sai del cuore….    Notti insonni d’ inverno, occhi spalancati a fissare il soffitto. Desideri che diventano un’ossessione prima e una dipendenza poi. Indistintamente.  Nuvole di carta da accartocciare come gomitoli di sogni quando la notte cede il passo ad un nuovo giorno. Perché ci sarà sempre bisogno di desiderare qualcosa di straordinario. E quel desiderio siamo noi. Musica e brandelli di felicità che si fondono come bollicine in un calice di spumante. Istanti che fendono le nebbie tremule dell’anima, di rosa vestite. La vita come un cuore sui binari del destino. I ricordi che vivono di profumi e odori, la torta di mele fatta in casa, la lavanda che profuma i cassetti ed i sogni. Velleità fragili come il cristallo. Preziose come un gioiello. E il cuore. Fidati del tuo cuore se le stelle camminano all’indietro.  Per tutti gli uomini che credono ancora nel potere di un sogno, osservando le cose con lo sguardo dell’anima.  Senza dimenticare gli angoli. Ascoltando, persone e silenzi. Senza paura delle distanze, perché le tue gambe sono nate per portarti lontano. Ed i muri per essere abbattuti. Con la forza incrollabile ed invincibile della felicità.

Non sai del cielo, e non sai del cuore….    Notti insonni d’ inverno, occhi spalancati a fissare il soffitto. Desideri che diventano un’ossessione prima e una dipendenza poi. Indistintamente.  Nuvole di carta da accartocciare come gomitoli di sogni quando la notte cede il passo ad un nuovo giorno. Perché ci sarà sempre bisogno di desiderare qualcosa di straordinario. E quel desiderio siamo noi. Musica e brandelli di felicità che si fondono come bollicine in un calice di spumante. Istanti che fendono le nebbie tremule dell’anima, di rosa vestite. La vita come un cuore sui binari del destino. I ricordi che vivono di profumi e odori, la torta di mele fatta in casa, la lavanda che profuma i cassetti ed i sogni. Velleità fragili come il cristallo. Preziose come un gioiello. E il cuore. Fidati del tuo cuore se le stelle camminano all’indietro.  Per tutti gli uomini che credono ancora nel potere di un sogno, osservando le cose con lo sguardo dell’anima.  Senza dimenticare gli angoli. Ascoltando, persone e silenzi. Senza paura delle distanze, perché le tue gambe sono nate per portarti lontano. Ed i muri per essere abbattuti. Con la forza incrollabile ed invincibile della felicità.

Non sai del cielo, e non sai del cuore….    Notti insonni d’ inverno, occhi spalancati a fissare il soffitto. Desideri che diventano un’ossessione prima e una dipendenza poi. Indistintamente.  Nuvole di carta da accartocciare come gomitoli di sogni quando la notte cede il passo ad un nuovo giorno. Perché ci sarà sempre bisogno di desiderare qualcosa di straordinario. E quel desiderio siamo noi. Musica e brandelli di felicità che si fondono come bollicine in un calice di spumante. Istanti che fendono le nebbie tremule dell’anima, di rosa vestite. La vita come un cuore sui binari del destino. I ricordi che vivono di profumi e odori, la torta di mele fatta in casa, la lavanda che profuma i cassetti ed i sogni. Velleità fragili come il cristallo. Preziose come un gioiello. E il cuore. Fidati del tuo cuore se le stelle camminano all’indietro.  Per tutti gli uomini che credono ancora nel potere di un sogno, osservando le cose con lo sguardo dell’anima.  Senza dimenticare gli angoli. Ascoltando, persone e silenzi. Senza paura delle distanze, perché le tue gambe sono nate per portarti lontano. Ed i muri per essere abbattuti. Con la forza incrollabile ed invincibile della felicità.

Non sai del cielo, e non sai del cuore….    Notti insonni d’ inverno, occhi spalancati a fissare il soffitto. Desideri che diventano un’ossessione prima e una dipendenza poi. Indistintamente.  Nuvole di carta da accartocciare come gomitoli di sogni quando la notte cede il passo ad un nuovo giorno. Perché ci sarà sempre bisogno di desiderare qualcosa di straordinario. E quel desiderio siamo noi. Musica e brandelli di felicità che si fondono come bollicine in un calice di spumante. Istanti che fendono le nebbie tremule dell’anima, di rosa vestite. La vita come un cuore sui binari del destino. I ricordi che vivono di profumi e odori, la torta di mele fatta in casa, la lavanda che profuma i cassetti ed i sogni. Velleità fragili come il cristallo. Preziose come un gioiello. E il cuore. Fidati del tuo cuore se le stelle camminano all’indietro.  Per tutti gli uomini che credono ancora nel potere di un sogno, osservando le cose con lo sguardo dell’anima.  Senza dimenticare gli angoli. Ascoltando, persone e silenzi. Senza paura delle distanze, perché le tue gambe sono nate per portarti lontano. Ed i muri per essere abbattuti. Con la forza incrollabile ed invincibile della felicità.

Non sai del cielo, e non sai del cuore….    Notti insonni d’ inverno, occhi spalancati a fissare il soffitto. Desideri che diventano un’ossessione prima e una dipendenza poi. Indistintamente.  Nuvole di carta da accartocciare come gomitoli di sogni quando la notte cede il passo ad un nuovo giorno. Perché ci sarà sempre bisogno di desiderare qualcosa di straordinario. E quel desiderio siamo noi. Musica e brandelli di felicità che si fondono come bollicine in un calice di spumante. Istanti che fendono le nebbie tremule dell’anima, di rosa vestite. La vita come un cuore sui binari del destino. I ricordi che vivono di profumi e odori, la torta di mele fatta in casa, la lavanda che profuma i cassetti ed i sogni. Velleità fragili come il cristallo. Preziose come un gioiello. E il cuore. Fidati del tuo cuore se le stelle camminano all’indietro.  Per tutti gli uomini che credono ancora nel potere di un sogno, osservando le cose con lo sguardo dell’anima.  Senza dimenticare gli angoli. Ascoltando, persone e silenzi. Senza paura delle distanze, perché le tue gambe sono nate per portarti lontano. Ed i muri per essere abbattuti. Con la forza incrollabile ed invincibile della felicità.

Non sai del cielo, e non sai del cuore….    Notti insonni d’ inverno, occhi spalancati a fissare il soffitto. Desideri che diventano un’ossessione prima e una dipendenza poi. Indistintamente.  Nuvole di carta da accartocciare come gomitoli di sogni quando la notte cede il passo ad un nuovo giorno. Perché ci sarà sempre bisogno di desiderare qualcosa di straordinario. E quel desiderio siamo noi. Musica e brandelli di felicità che si fondono come bollicine in un calice di spumante. Istanti che fendono le nebbie tremule dell’anima, di rosa vestite. La vita come un cuore sui binari del destino. I ricordi che vivono di profumi e odori, la torta di mele fatta in casa, la lavanda che profuma i cassetti ed i sogni. Velleità fragili come il cristallo. Preziose come un gioiello. E il cuore. Fidati del tuo cuore se le stelle camminano all’indietro.  Per tutti gli uomini che credono ancora nel potere di un sogno, osservando le cose con lo sguardo dell’anima.  Senza dimenticare gli angoli. Ascoltando, persone e silenzi. Senza paura delle distanze, perché le tue gambe sono nate per portarti lontano. Ed i muri per essere abbattuti. Con la forza incrollabile ed invincibile della felicità.

Non sai del cielo, e non sai del cuore….    Notti insonni d’ inverno, occhi spalancati a fissare il soffitto. Desideri che diventano un’ossessione prima e una dipendenza poi. Indistintamente.  Nuvole di carta da accartocciare come gomitoli di sogni quando la notte cede il passo ad un nuovo giorno. Perché ci sarà sempre bisogno di desiderare qualcosa di straordinario. E quel desiderio siamo noi. Musica e brandelli di felicità che si fondono come bollicine in un calice di spumante. Istanti che fendono le nebbie tremule dell’anima, di rosa vestite. La vita come un cuore sui binari del destino. I ricordi che vivono di profumi e odori, la torta di mele fatta in casa, la lavanda che profuma i cassetti ed i sogni. Velleità fragili come il cristallo. Preziose come un gioiello. E il cuore. Fidati del tuo cuore se le stelle camminano all’indietro.  Per tutti gli uomini che credono ancora nel potere di un sogno, osservando le cose con lo sguardo dell’anima.  Senza dimenticare gli angoli. Ascoltando, persone e silenzi. Senza paura delle distanze, perché le tue gambe sono nate per portarti lontano. Ed i muri per essere abbattuti. Con la forza incrollabile ed invincibile della felicità.

Non sai del cielo, e non sai del cuore….    Notti insonni d’ inverno, occhi spalancati a fissare il soffitto. Desideri che diventano un’ossessione prima e una dipendenza poi. Indistintamente.  Nuvole di carta da accartocciare come gomitoli di sogni quando la notte cede il passo ad un nuovo giorno. Perché ci sarà sempre bisogno di desiderare qualcosa di straordinario. E quel desiderio siamo noi. Musica e brandelli di felicità che si fondono come bollicine in un calice di spumante. Istanti che fendono le nebbie tremule dell’anima, di rosa vestite. La vita come un cuore sui binari del destino. I ricordi che vivono di profumi e odori, la torta di mele fatta in casa, la lavanda che profuma i cassetti ed i sogni. Velleità fragili come il cristallo. Preziose come un gioiello. E il cuore. Fidati del tuo cuore se le stelle camminano all’indietro.  Per tutti gli uomini che credono ancora nel potere di un sogno, osservando le cose con lo sguardo dell’anima.  Senza dimenticare gli angoli. Ascoltando, persone e silenzi. Senza paura delle distanze, perché le tue gambe sono nate per portarti lontano. Ed i muri per essere abbattuti. Con la forza incrollabile ed invincibile della felicità.

Non sai del cielo, e non sai del cuore….    Notti insonni d’ inverno, occhi spalancati a fissare il soffitto. Desideri che diventano un’ossessione prima e una dipendenza poi. Indistintamente.  Nuvole di carta da accartocciare come gomitoli di sogni quando la notte cede il passo ad un nuovo giorno. Perché ci sarà sempre bisogno di desiderare qualcosa di straordinario. E quel desiderio siamo noi. Musica e brandelli di felicità che si fondono come bollicine in un calice di spumante. Istanti che fendono le nebbie tremule dell’anima, di rosa vestite. La vita come un cuore sui binari del destino. I ricordi che vivono di profumi e odori, la torta di mele fatta in casa, la lavanda che profuma i cassetti ed i sogni. Velleità fragili come il cristallo. Preziose come un gioiello. E il cuore. Fidati del tuo cuore se le stelle camminano all’indietro.  Per tutti gli uomini che credono ancora nel potere di un sogno, osservando le cose con lo sguardo dell’anima.  Senza dimenticare gli angoli. Ascoltando, persone e silenzi. Senza paura delle distanze, perché le tue gambe sono nate per portarti lontano. Ed i muri per essere abbattuti. Con la forza incrollabile ed invincibile della felicità.

CAPPOTTOSHOWROOMPRIVEBORSAGIANLUCARANIERIGIOIELLIFOGI_17A

Non sai del cielo, e non sai del cuore….    Notti insonni d’ inverno, occhi spalancati a fissare il soffitto. Desideri che diventano un’ossessione prima e una dipendenza poi. Indistintamente.  Nuvole di carta da accartocciare come gomitoli di sogni quando la notte cede il passo ad un nuovo giorno. Perché ci sarà sempre bisogno di desiderare qualcosa di straordinario. E quel desiderio siamo noi. Musica e brandelli di felicità che si fondono come bollicine in un calice di spumante. Istanti che fendono le nebbie tremule dell’anima, di rosa vestite. La vita come un cuore sui binari del destino. I ricordi che vivono di profumi e odori, la torta di mele fatta in casa, la lavanda che profuma i cassetti ed i sogni. Velleità fragili come il cristallo. Preziose come un gioiello. E il cuore. Fidati del tuo cuore se le stelle camminano all’indietro.  Per tutti gli uomini che credono ancora nel potere di un sogno, osservando le cose con lo sguardo dell’anima.  Senza dimenticare gli angoli. Ascoltando, persone e silenzi. Senza paura delle distanze, perché le tue gambe sono nate per portarti lontano. Ed i muri per essere abbattuti. Con la forza incrollabile ed invincibile della felicità.

BLOUSE RISSKIO

JEANS DIESEL

COAT BAYA found on Showroomprive

BAG GIANLUCA RANIERI

HAT HEADICT

RING & BRACELET FOGI GIOIELLI

SHOES VALENTINO

Share

37 comments on “Rosa e nuvole di carta

  1. alessandra
    gennaio 5, 2016 at 8:55 pm

    Un look molto chic! Mi piace molto il cappotto e la camicetta elegante e delicata!
    http://www.alessandrastyle.com

  2. TruccatiConEva
    gennaio 5, 2016 at 9:04 pm

    La blusa mi fa impazzire Alessia, è favolosa!!! Molto belli anche gli accessori!
    Un bacio

    TruccatiConEva

  3. Federica Spinelli
    gennaio 5, 2016 at 9:04 pm

    Splendido rosa cipria, adoro la borsa è bellissima!
    stai molto bene
    baci
    Federica – Cosa Mi Metto???

  4. Barbara
    gennaio 5, 2016 at 9:56 pm

    outfit molto sofisticato, mi piace assai!

    http://www.larmadiodivenere.com

  5. Fabio C
    gennaio 5, 2016 at 10:33 pm

    Molti tendono a vedere le fashion Blogger come delle modelle e nel commettere tale errore non colgono la differenza fondamentale: le modelle indossano, magari con bravura e professionalità, capi che qualcuno gli dice di indossare mentre una fashion Blogger crea un outfit. Questo aspetto che potrebbe apparire banale in un paese in cui la maggioranza degli uomini si ritiene degno di allenare una squadra di calcio di serie A e un consistente numero di donne ritiene di conoscere bene i segreti della moda, in realtà è qui che la Blogger fa la differenza. Poiché tu la differenza la fai ogni giorno con il tuo grande buon gusto ed originalità oggi riesci ad attirare l’attenzione di chi ti segue dimostrando che i suggeridentità di ieri su come indossare un cappotto color cammello erano solo un’esempio di tutte le potenzialità di questo capo e abbinandolo ad una raffinata blusa e ad una stupefacente borsa entrambe di un delizioso rosa ne crei un raffinatissimo outfit reso pratico dall’uso dei boyfriend.
    Che dire se non che sei sempre più brava e bella?

  6. Lilli
    gennaio 5, 2016 at 10:34 pm

    Che bella che sei! Elegantissima e super chic! Questi colori ti donano molto ed adoro il cappotto! :**

  7. Cristina
    gennaio 5, 2016 at 11:22 pm

    Veramente bello questo abbinamento, Alessia! La borsa mi piace molto, per non parlare delle scarpe! A presto 🙂
    Cristina

  8. Vale
    gennaio 5, 2016 at 11:41 pm

    Bellissimo questo rosa pallido, sta benissimo con il meraviglioso cappotto ! Molto chic il tutto ! Bacioni Alessia

    Fashion and Cookies – fashion blog

  9. Salvo
    gennaio 6, 2016 at 12:01 am

    Più leggo le tue introduzioni ai vari post e più trepidante è l’attesa dei post successivi!
    Ogni volta mi perdo nel leggere le tue parole, i tuoi pensieri, i tuoi racconti … e nella tua dolcezza … ogni volta un’emozione nuova … sempre diversa.
    Un proverbio antico dice che quando ti regalano un sogno, insieme ad esso ti viene data anche la possibilità di realizzarlo … basta crederci, non mollare e tanti sacrifici … io ci credo, immagino anche Tu!
    La forza del tempo è “che ha il tempo dalla sua”, scivola via lentamente ma inesorabilmente, ecco perché dobbiamo essere sempre pronti a cogliere le “occasioni della vita” … cercando così di evitare i rimpianti ed i pentimenti!
    Molto bello questo ulteriore abbinamento del cappotto cammello con il rosa della camicia e degli accessori.
    Bravissima
    Salvo

  10. marilovesgr33n
    gennaio 6, 2016 at 12:25 am

    che bella tinta e con il cammello è perfetto.
    xxx
    mari
    http://www.ilovegreeninspiration.com

  11. yuka
    gennaio 6, 2016 at 12:38 am

    love the coat, that fur accent is so adorable!

    http://www.prettyinleather.net

  12. Davide di Padova
    gennaio 6, 2016 at 2:20 am

    bellissima la borsa rosa pastello e la shirt!

  13. Rebeca
    gennaio 6, 2016 at 4:15 am

    Amazing pieces, Valentinos heels is the perfect complement, and the rose bag is beautiful too, Happy New Year Alessia!

  14. Chiara
    gennaio 6, 2016 at 10:45 am

    Questi colori insieme sono meravigliosi!!!
    XX
    Chiara
    http://shesinfashionblog.com

  15. natalia morgillo
    gennaio 6, 2016 at 11:48 am

    Mi sono ufficialmente innamorata della blusa !!
    Natalia
    NATALIA MORGILLO-MISSPATURNIE

  16. Eleonora
    gennaio 6, 2016 at 11:55 am

    Considerando che il rosa quarzo è il colore dell’anno, quest’outfit è perfetto!!!

    The Princess Vanilla

  17. Eli B
    gennaio 6, 2016 at 3:48 pm

    Bella la borsa!!!!

  18. nadia la bella
    gennaio 6, 2016 at 6:08 pm

    questo accoppiamento di colori è veramente bello! 🙂 A smile please

  19. Franci
    gennaio 6, 2016 at 6:28 pm

    Che meraviglia Alessia, rosa cipria e cammello è davvero super chic!!
    Un bacione! F.

    http://www.lacivettastilosa.com/2016/01/look-for-holidays/

  20. Giuliana
    gennaio 6, 2016 at 7:59 pm

    Splendido questo abbinamento, adoro il rosa e questa tonalità è splendida!

  21. rashmi
    gennaio 6, 2016 at 8:00 pm

    Che bello che questo cappotto ti sta divinamente abbinato al rosa è stupendo!

  22. Nickymywishstyle
    gennaio 6, 2016 at 8:01 pm

    Adoro questo rosa quarzo, sta proprio bene con tutto, mi piace l’abbinamento che hai creato!bello bello

    Buona giornata

  23. chiara
    gennaio 7, 2016 at 9:27 am

    bellissima la borsa 🙂
    Besitos…Chiara

  24. cristiane
    gennaio 7, 2016 at 9:52 am

    Molto bella la borsa.

  25. Elisa
    gennaio 7, 2016 at 11:10 am

    Sempre impeccabile! Ogni tuo look è il massimo dell’eleganza!
    ps.La borsa è stupenda!
    bacio

    Ellysa

  26. Modemoiselle
    gennaio 7, 2016 at 12:41 pm

    Stupenda, adoro il tuo cappotto!

  27. Mis siete maravillas
    gennaio 7, 2016 at 1:15 pm

    Enamorada del look. Estas guapísima. Espero verte por mi blog bonita un besito. http://lassietemaravillasdeamanda.blogspot.com.es/

  28. Marina
    gennaio 7, 2016 at 1:57 pm

    Splendida!!
    Mi pice tutto e questo colore ti dona…. <3 le scarpe!!
    Mari
    http://www.sweetlavanda.it

  29. alice
    gennaio 7, 2016 at 3:39 pm

    Scrivi benissimo Ale!

    Alice Cerea,
    Blog di Alice Cerea

  30. my HIPsteria
    gennaio 7, 2016 at 6:18 pm

    I tuoi accessori sono splendidi! Non sbagli mai un colpo Ale :*

    S/ & M_
    https://myhipsteria.wordpress.com/

  31. federica
    gennaio 7, 2016 at 7:26 pm

    wow ma che meraviglia la borsa!!:) baciii

  32. rossella
    gennaio 7, 2016 at 7:40 pm

    look favoloso !!
    baci

    http://www.browniescloset.blogspot.it

  33. rossella
    gennaio 7, 2016 at 7:41 pm

    look da favola !!
    baci

    http://www.browniescloset.blogspot.it

  34. Eleonora
    gennaio 8, 2016 at 11:27 am

    Quanto rosa!!! Lo adoro abbinato ad un jeans che ne sdrammatizzi la dolcezza e ad un camel coat, così chic!

    Once Upon a Time..

  35. ivanasworld
    gennaio 10, 2016 at 3:50 pm

    Beautiful blouse 🙂
    http://www.ivanasworld.com

  36. Frenzi
    gennaio 12, 2016 at 1:14 pm

    Bellissimo questo outfit!! 🙂 La borsa soprattutto è spettacolare…

    Xoxo
    Frenzi

  37. Meggy Fri
    gennaio 12, 2016 at 9:50 pm

    E mi perdo nel rosa della blusa e in quello della borsa…è un sogno questo look e le parole come sempre accompagnano in maniera eccelsa!
    IMPOSSIBILE FERMARE I BATTITI //PAGINA FB

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *