SKUDOWAVE_02

SkudoWave: storie di protezione, sguardi sul mondo e un telefono

SkudoWave: storie di protezione, sguardi sul mondo e un telefono

Il terminal partenze di un aeroporto nel cuore della città. Gate, banchi per il check-in, sale d’attesa che un tempo non troppo lontano hanno dato inizio a un viaggio, e forse anche a qualche storia d’amore. O in una sera d’autunno segnato per qualcuno il ritorno a casa. La pista di un aeroporto, ormai deserto. Berlino nell’aria. Otto gradi. Aria fredda che si confonde con sonno misto ad euforia. Gate, banchi per il check-in, sale d’attesa. C’è gente anche se non vi e’ nessun volo in partenza.

Voci, mani, gambe: senza nessuno che debba tornare a casa. Energia pura. Adrenalina. La voglia di fare, di non fermarsi nemmeno a riprendere fiato. Di stancare le gambe, prima, ed il cuore dopo. Di sentirle volare e non potrebbe esservi posto più adatto per farlo. Qualunque sia la partenza e qualunque sia l’arrivo. Perché l’importante qui e ovunque e’ il viaggio.

Passi incerti che sfidano limiti che vivono di paure ed incertezze. Ed una consapevolezza in grado di scioglierle come neve al sole. Respiri che si accorciano, cuori che accelerano il battito sotto al peso del nostro incedere inquieto.  Sogni, ambizioni, brandelli di noi. Lì, in quel luogo che sembra uscito da un film dove non c’è bisogno di colonna sonora. L’aria è rigida, immobile, vitrea. L’asfalto sotto i piedi è freddo. Umido: un sopravvissuto della notte. Sfatto e silente. Il respiro è corto: soffio. Mi ritrovo a sorridere.

SkudoWave: storie di protezione, sguardi sul mondo e un telefono

Profumo di pane. Di sole. Di un maglione lungo sulle mani. Di menta e rosmarino sul balcone. Di un obiettivo in grado di immortalare nel cassetto dei ricordi istanti destinati a vestirsi di magia. Di oggetti piccoli eppure infinitamente preziosi, nati per proteggere ciò che abbiamo di più prezioso: noi stessi. E proprio dalla necessità di proteggerci è stato creato SkudoWave, il primo prodotto innovativo certificato e unico al mondo che protegge la persona dai danni arrecati dal telefono cellulare. Strumento di comunicazione, lo smartphone è ormai diventato parte integrante della vita di tutti. Due sono i principali fattori che stanno determinando il boom dei dispositivi smart in tutto il mondo: il crollo dei
prezzi di oggetti che sono ormai diventati veri e propri PC tascabili, e la diffusione delle reti di quarta generazione (4G). Una sempre maggiore (e fino a poco tempo fa
inimmaginabile) velocità di trasferimento dati, sta infatti rendendo gli smartphone sempre più efficaci e attraenti: è grazie al telefonino che si risponde alle e-mail, si naviga su internet, si effettuano pagamenti, si inviano documenti, fotografie, video, immortalando, in presa diretta, istanti di vita e trasferendoli a chiunque si desideri, ovunque ci si trovi. Tutto ciò è parte della rivoluzione tecnologica in atto e che se da un lato ha migliorato la vita di questa generazione, dall’altro ha consegnato all’umanità uno strumento da utilizzare con qualche accortezza per non incorrere in rischi alla salute dai quali fonti autorevoli ci mettono in guardia.

SkudoWave: storie di protezione, sguardi sul mondo e un telefono

E qui entra in gioco SkudoWave: si tratta infatti di un dispositivo al 100% made in Italy da incollare sul cellulare, disponibile in otto colorazioni differenti ovvero nero, bianco, rosso, verde, fucsia, giallo, arancione. Inoltre, sono da poco disponibili anche i modelli brandizzati con le squadre di calcio (Juventus, Inter, Milan, Roma…). Tutti i modelli sono acquistabili, al costo di 24,90 euro,direttamente sullo shop online di SkudoWave. 

Ma scopriamone più da vicino il funzionamento.

SkudoWave è un dispositivo accessorio per apparecchiature che emettono campi elettromagnetici di bassa e media entità (fino a 0,2 microTesla di induzione magnetica e fino a 100 V/m di campo elettromagnetico a tutte le frequenze) che, come accertato dal Dipartimento di Sanità Pubblica dell’Università di Perugia, riduce il rischio del danno biologico al DNA che può verificarsi con l’utilizzo prolungato del telefono cellulare.

Ma cosa succede quando si accosta il telefono cellulare al corpo? Analizziamo gli effetti sull’organismo delle radiofrequenze e della batteria inserita all’interno dell’apparecchio (batteria che in molti cellulari non è estraibile). Se il telefonino è spento, ma con la batteria inserita, questa genera comunque un minimo di emissione elettromagnetica; quando il cellulare è acceso in stand by o perché lo stiamo utilizzando per telefonare (maggiore è il tempo impiegato per una telefonata, maggiore sarà l’energia che la batteria dovrà cedere), l’eccitazione della batteria aumenta e viene trasmessa alla materia, cioè a tutte le componenti del telefono. A livello atomico questa trasmissione causa un salto di orbita degli elettroni. Sono questi fotoni generati dal salto di orbita degli elettroni eccitati dalla batteria che irradiano la testa generando un disturbo che può diventare un danno biologico al DNA.

L’energia della batteria per tenere il telefono attivo, unitamente all’energia che serve al telefono per agganciare la cella di un ripetitore, raggiunge un determinato valore che si trasmette sulla testa di chi sta telefonando. Il trasferimento dell’energia è dovuto in gran parte al salto quantico degli elettroni eccitati dall’emissione elettromagnetica della batteria stessa. Il ricercatore di Novara Nicola Limardo ha studiato il problema e creato un filtro di stabilizzazione (il convertitore d’onda Geoprotex inserito nel nanoprocessore Skudo® presente all’interno del dispositivo SkudoWave) che agisce sugli elettroni, in parte riducendone l’eccitazione che porta al salto orbitale, in parte cambiando la polarità dell’elettrone (da levogiro a destrogiro) rendendola compatibile con le cellule del nostro DNA.

SkudoWave: storie di protezione, sguardi sul mondo e un telefono

Il prodotto, accertato scientificamente, opera quindi in modo da ridurre notevolmente tale fenomeno inducendo una modifica “spintronica” che porta ad ottenere emissioni fotoniche più compatibili con l’organismo umano, con la conseguente notevole diminuzione del rischio di danno biologico. L’azione protettiva di SkudoWave è efficace anche su tutte le apparecchiature elettriche e/o elettroniche che emettono campi elettromagnetici di bassa-media entità (computer, tv, elettrodomestici, videogiochi, videoterminali, sistemi wi-fi, ecc.). Una volta tolta la pellicola a contatto con la parte adesiva, SkudoWave può essere applicato a proprio piacimento sul telefonino. È sufficiente un solo dispositivo per telefono. SkudoWave non ha bisogno di manutenzione o di pulizia; nel caso si staccasse dall’apparecchio, è sufficiente riattaccarlo con una qualsiasi colla adesiva senza il pericolo di ridurne l’efficacia. Al termine del suo ciclo di vita (2 anni), può essere smaltito come qualunque altro rifiuto solido urbano. SkudoWave non indebolisce il segnale del telefono cellulare, non provoca emissioni elettromagnetiche e non interferisce con le prestazioni del dispositivo sul quale viene applicato.

Come verificare il funzionamento del nanoprocessore Skudo?

Scrive Nicola Limardo nel testo: “Tecnologia Quantistica” edito da Anima Edizioni: “Per osservare la funzione del nanoprocessore Skudo®, è sufficiente uno “spettrofotometro”: si tratta di un apparecchio in grado di “vedere”, anche in modo indiretto, gli effetti di un campo elettromagnetico generato, per esempio, da un telefono cellulare sulla materia. Esiste anche un metodo diretto di “osservazione”, che comporta l’impiego di una strumentazione molto sofisticata presente nei centri ospedalieri più attrezzati: si tratta della PET con utilizzo del liquido di contrasto, che permette di evidenziare il quantitativo di glucosio presente nel cervello. I risultati ottenuti sono consultabili anche su internet (riferimento studio del National Institute of Health di Bethesda, USA, pubblicato nel 2011 su Jama – Journal of the American Medical Association). I risultati ottenuti dimostrano che, durante una telefonata, si ha in corrispondenza della parte del cervello più vicina alla posizione del telefonino, un aumento abnorme di glucosio (unico alimento di cui si nutre il nostro Sistema Nervoso Centrale), mentre se non telefoniamo tutto questo non avviene!”.

SkudoWave: storie di protezione, sguardi sul mondo e un telefono

Siamo immersi quotidianamente nelle onde elettromagnetiche: perché preoccuparsi dunque di quelle emesse da un cellulare?

 Il telefonino viene appoggiato all’orecchio quando telefoniamo mentre gli altri dispositivi (ad esempio le radio) non sono a contatto con la testa: il vero pericolo è dato dal fotone di tipo gamma che ha una “gittata” di alcuni millimetri (ecco perché i produttori scrivono di non tenere addosso il telefonino). Anche se siamo immersi in un campo elettromagnetico, i fattori veramente nocivi per la nostra salute sono la vicinanza della fonte al nostro corpo (specie la testa, il cuore e gli organi genitali), la dose di radiazione elettromagnetica e il tempo di esposizione.

SkudoWave: storie di protezione, sguardi sul mondo e un telefono

Perché imprimere nella memoria i nostri ricordi è bellissimo, ma farlo proteggendoci lo è ancora di più. A ciascuno il suo…Skudo!

Se desiderate acquistare anche voi il vostro dispositivo SkudoWave da oggi sarà possibile usufruire di uno sconto che TheChiliCool e SkudoWave hanno creato appositamente per voi. Sarà sufficiente inserire il codice chili15 al momento del check out e potrete beneficiare di uno sconto di 2 euro sull’importo totale.

Share

38 comments on “SkudoWave: storie di protezione, sguardi sul mondo e un telefono

  1. bluenailgirl
    ottobre 27, 2015 at 4:41 pm

    ma questo prodotto e fantastico!

  2. Roberta
    ottobre 27, 2015 at 5:16 pm

    ci faccio un pensierino … :)
    http://www.robyzlfashionblog.com

  3. Alyssa Monique Bustillo
    ottobre 27, 2015 at 5:31 pm

    Wow what a lovely review!
    Very informative.
    BLOG STYLECCENTRICFASHION / FB / IG / BLOG<3IN / G+ / TWITTER / LOOKBOOK

  4. Vale
    ottobre 27, 2015 at 6:41 pm

    A volte, dopo aver parlato a lungo al cellulare, mi vengono certi mal di testa…credo proprio che prenderò uno di questi dispositivi, proteggersi è una ottima idea, e noi viviamo sempre con il cellulare vicino praticamente ! Un bacione

    Fashion and Cookies – fashion and beauty blog

  5. alessandra
    ottobre 27, 2015 at 7:44 pm

    che bella idea, la voglio anche io!
    Alessandra

  6. tinetta
    ottobre 27, 2015 at 7:50 pm

    Utilissimo, lo proverei anche io visto che sono sempre al telefono!

  7. elisa
    ottobre 27, 2015 at 7:58 pm

    un accessorio interessante!

  8. Silvia
    ottobre 27, 2015 at 9:01 pm

    sapevo delle onde elettromagnetiche ma non sapevo di questa cover innovativa! credo che sia anche un ottimo regalo di natale!

  9. Nico
    ottobre 27, 2015 at 9:10 pm

    Devo prenderlo subito!

    Outfit trench rosso
    lb-lc fashion and lifestyle blog
    Bloglovin’

  10. Salvo
    ottobre 27, 2015 at 11:32 pm

    Molto interessante, informazioni sempre utili, precise ed esaustive!
    Quando è coinvolta la nostra salute bisogna necessariamente intervenire, sicuramente il dispositivo Skudo Wave è utilissimo … passo parola e provvederò anche per i familiari!
    Salvo

  11. Francesca
    ottobre 27, 2015 at 11:36 pm

    Uh sarebbe davvero utile!

  12. Rebeca
    ottobre 28, 2015 at 12:20 am

    Sounds great, is a interesting product for protect! Thanks for share!

  13. Dragana
    ottobre 28, 2015 at 12:26 am

    Ottima questa cover, devo prendermela! Baci

    http://www.mammaaltop.com

  14. Carmy
    ottobre 28, 2015 at 1:54 am

    questo si che è utile, grazie mille :)
    baci

  15. little fairy fashion
    ottobre 28, 2015 at 7:40 am

    Questo bisogna assolutamente acquistarlo. Kiss kiss Silvia
    Oggi sul mio blog http://www.littlefairyfashion.com “#lecosechenonsaidilittlefairyfashion……le risposte!”

  16. manuelita
    ottobre 28, 2015 at 8:08 am

    ci faccio un pensierino
    http://unconventionalsecrets.blogspot.it/

  17. Giuliana
    ottobre 28, 2015 at 9:38 am

    Utilissimo, grazie per l’info!

  18. Chiara
    ottobre 28, 2015 at 9:40 am

    Sarà il mio regalo di Natale!

  19. ilaria
    ottobre 28, 2015 at 9:41 am

    Ecco una cosa intelligente, per chi come me è sempre al cellulare è indispensabile!

  20. primula
    ottobre 28, 2015 at 9:42 am

    Lo prendo, perché ritengo che il principio di precauzione sia fondamentale!

  21. Marta
    ottobre 28, 2015 at 10:21 am

    Questo dispositivo è davvero interessante per tutelare la nostra salute!!!!!
    Un abbraccio cara!!!

    http://www.lagattarosablog.it

  22. Dania
    ottobre 28, 2015 at 10:45 am

    Beh visto che passo metà della mia vita al telefono credo di averne proprio bisogno..
    Baci

    NEW POST

    http://www.angelswearheels.com

  23. Frenzi and the city
    ottobre 28, 2015 at 11:00 am

    Mi ricordo che, quando ero proprietaria del mitico 3310, avevo un dispositivo simile, giallo con le mini smile e la lucina rossa…

    Tutto ciò per dire che lo trovo molto utile… :)

    Xoxo
    Frenzi and the city

  24. Alessia Canella
    ottobre 28, 2015 at 11:12 am

    Non ne ho mai acquistato uno per scetticismo, magari ci farò un pensierino!
    Style shouts

  25. Chaicy
    ottobre 28, 2015 at 11:51 am

    I love that case for Iphone

    Style.. A Pastiche – Acro Yoga

  26. cvetybaby
    ottobre 28, 2015 at 12:03 pm

    Such an interesting idea! I love it! Thanks for sharing!
    xx
    cvetybaby.com

  27. Luna
    ottobre 28, 2015 at 12:06 pm

    Ma questa è una genialità pazzesca! Lo voglio!
    Bacio!
    Luna
    http://www.fashionsnobber.com

  28. valeria
    ottobre 28, 2015 at 1:43 pm

    Non avevo mai sentito parlare di questo dispositivo. Molto interessante.
    Kiss
    http://www.myurbanmarket.net

  29. Elisabetta Bertolini
    ottobre 28, 2015 at 6:33 pm

    Mio marito lo vorrebbe della Juve il suo skudo 😀

    http://WWW.ELISABETTABERTOLINI.COM

  30. Martinandrea
    ottobre 28, 2015 at 8:00 pm

    Da comprare assolutamente!
    Armoire de Mode – Fashion Blog

  31. Ida
    ottobre 28, 2015 at 10:36 pm

    ho letto tutto il tuo lunghissimo post: mi ero ovviamente chiesta se funzionasse davvero e come verificarlo. Hai risposto… grazie :)
    http://www.lestanzedellamoda.com

  32. Iolanda
    ottobre 28, 2015 at 11:52 pm

    Questa è davvero un’ottima news in campo tecnologico, praticamente siamo sempre attaccati al cellulare e soprattutto siamo circondati da cellulari!
    baci
    http://www.theshadeoffashion.com

  33. Veronica
    ottobre 29, 2015 at 12:58 pm

    Per lavoro lo utilizzo tantissimo il cellulare, ma appena posso cerco di spegnerlo o tenerlo lontano proprio per le problematiche di cui parli. Questa si che è una rivoluzione! Devo averlo!

  34. Irene
    ottobre 29, 2015 at 2:45 pm

    uhm molto interessante e dispositivo senz’altro utile ed innovativo!

  35. Giusy M.
    ottobre 29, 2015 at 3:48 pm

    Non sapevo esistessero dispositivi di protezione. Post interessantissimo.

  36. Carmen Recupito
    ottobre 29, 2015 at 4:31 pm

    Bellissima idea, il cellulare è così delicato ormai

    Carmen
    Il tocco glam

  37. Sara
    ottobre 29, 2015 at 11:24 pm

    Notizia molto interessante!

  38. Donatella
    ottobre 29, 2015 at 11:50 pm

    ecco la rivoluzione che stavamo aspettando! al di là di tecnicismi non proprio di facile comprensione per gli estranei alla fisica, mi sono fidata dell’efficacia già quando hai detto che riduce le radiazioni elettromagnetiche del cellulare!

    Lo stile di Artemide

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *