Mangiare frutta secca: quali sono i benefici sull'organismo, alessia milanese, thechilicool, fashion blog, fashion blogger

Mangiare frutta secca: quali sono i benefici sull’organismo?

Mangiare frutta secca: quali sono i benefici sull'organismo, alessia milanese, thechilicool, fashion blog, fashion blogger

Mangiare frutta secca: quali sono i benefici sull’organismo?

Mangiare frutta secca fa bene alla salute in generale, ma soprattutto a quella del nostro cuore. Lo confermano alcuni studi dai quali è emerso che, tra le diverse tipologie di frutta secca, le noci sarebbero in grado di ridurre il rischio di malattie cardiache e cardiovascolari. Su questo sito troverete i diversi tipi di frutta secca, adatti a tutti i gusti.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha incluso la frutta secca nella lista dei cibi consigliati per una dieta sana. Spesso non la consumiamo nel modo giusto e, quindi, non riusciamo a godere di tutti i suoi benefici. La frutta secca è sana solo se consumata cruda, preferibilmente senza superare i 50 grammi al giorno.

Mangiare frutta secca: quali sono i benefici sull'organismo, alessia milanese, thechilicool, fashion blog, fashion blogger

Cosa si intende per frutta secca?

Il termine frutta secca viene, spesso, erroneamente utilizzato per indicare la frutta in guscio, detta anche frutta oleaginosa o frutta oleosa. A differenza della vera frutta secca, chiamata anche frutta disidratata, la frutta oleosa si caratterizza per l’elevata quantità di acidi grassi insaturi, utili per la salute e le membrane dei tessuti.

La frutta secca comprendere tutti quei frutti che, attraverso un processo di essiccazione naturale o con speciali essiccatori, vengono privati della loro parte di acqua. Tuttavia con questa espressione, spesso, ci si riferisce anche a noci, mandorle, arachide, ecc.

Mangiare frutta secca: quali sono i benefici sull'organismo, alessia milanese, thechilicool, fashion blog, fashion blogger

Proprietà benefiche della frutta secca

La frutta secca, viene sempre più spesso considerata un valido alleato per la salute, in particolare per via delle sue proprietà cardioprotettive, anticancerogene, antinfiammatorie e antiossidanti. Di seguito 8 buoni motivi per consumarla regolarmente:

  1. Una vita più lunga: le sue capacità antiossidanti proteggono l’organismo dalle degenerazioni fisiche e mentali e dall’invecchiamento;
  2. Previene ictus e infarti: il ricco contenuto di grassi e omega 3 e omega 6 riducono il colesterolo cattivo LDL e l’insorgenza di malattie cardiovascolari;
  3. Una carica di energia: la frutta secca, avendo alta densità calorica e abbondanza di proteine, è un’ottima fonte di energia concentrata;
  4. Favorisce la regolarità: può essere efficace soprattutto contro la stitichezza, per via delle sue proprietà lassative che favoriscono il transito intestinale;
  5. Alleato per gli sportivi: la frutta secca, per chi pratica attività fisica o lavori intensi, è un ottimo aiuto per rifornire l’organismo dei sali minerali persi, soprattutto magnesio e potassio che favoriscono il recupero muscolare;
  6. Aiuta la tintarella: in vista dell’estate è bene sapere che la frutta secca, insieme alla frutta di stagione, aiutano a produrre melanina, il pigmento bruno della pelle;
  7. Migliora l’umore: in particolar modo noci e mandorle, rilasciano serotonina ed endorfina, due neurotrasmettitori che agiscono sullo stress e gli stati depressivi, migliorando sensibilmente l’umore;
  8. Capelli belli e folti: la frutta secca sembra essere ottimo alleato anche per la capigliatura, per via dell’alta presenza di zinco. Questo minerale favorisce la ricrescita dei capelli riducendo la classica caduta stagionale.

Mangiare frutta secca: quali sono i benefici sull'organismo, alessia milanese, thechilicool, fashion blog, fashion blogger

Quale frutta secca consumare?

Le nocciole oltre al loro alto contenuto di sali minerali, tra cui selenio, ferro, zinco, potassio, fosforo e calcio, sono ricche di vitamina E (alfa-tocoferolo). La funzione principale della vitamina E è quella di proteggere le cellule dell’organismo dagli effetti dannosi dei radicali liberi.

Gli anacardi contengono una quantità inferiore di grassi e sono ricchi di vitamina B1. Contengono anche beta-carotene, luteina e zeaxantina: si tratta di elementi che svolgono un’importante funzione protettiva nei confronti dei raggi UV e dello stress ossidativo. Contengono inoltre vitamina B3, B6 e ed E, sali minerali quali potassio, fosforo, zinco, magnesio, manganese, rame e calcio.

I pistacchi sono ricchi di fitosteroli, grassi con una struttura chimica simile al colesterolo, che nei vegetali ha la funzione di regolarizzare la fluidità delle membrane cellulari. Inoltre, sono ricchi di acidi grassi monoinsaturi e contengono discrete quantità di carotenoidi (alfa e beta carotene), luteina, vitamina E, sali minerali quali fosforo, calcio, ferro, magnesio e in particolare potassio.

I pinoli contengono una ricca quantità di grassi polinsaturi e sono ricchi anche di fitosteroli e sali minerali come manganese, ferro, zinco, calcio, potassio e fosforo.

Le noci sono quelle che contengono la percentuale maggiore di acidi grassi polinsaturi, l’acido linoleico (omega-6) e l’alfa-linolenico (omega-3). Rappresentano inoltre un’ottima fonte di vitamine del gruppo B (B1, B6 e acido folico) coinvolte come coenzimi in tutti i processi metabolici e di trasformazione del cibo, vitamina E dal potere antiossidante ed importanti sali minerali come ferro, calcio e magnesio.

Share

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *