Sixty young
,

Miss Sixty Young: la collezione per le più giovani

Sixty young

Tutte noi che siamo state adolescenti tra gli anni ‘90 e i primi anni ‘00 siamo cresciute con i modelli Miss Sixty che ci facevano sentire parte di una piccola grande rivoluzione in atto: non scordiamoci che l’avventura dei jeans a vita bassa (anzi spesso bassissima) è ritornata profondamente in voga proprio in quel periodo nonostante  gli adulti considerassero quasi osceno portare quel genere di pantaloni (anche se magari erano stati i primi ad indossarli già negli anni ‘60).

I tempi corrono, la moda, però, è ciclica e quello che oggi ti fa sembrare di aver svaligiato il guardaroba della nonna, magari domani ti fa essere tra le più trendy in circolazione. A quasi trent’anni dalla fondazione di Miss Sixty, com’è cambiata la loro idea dell’abbigliamento per le nuove giovani? Vediamo insieme le proposte proprio della collezione Young.

Sixty young

Revival anni ‘90

L’ispirazione per la moda giovanile, come spesso accade in tutti i settori di quest’industria, prende spunto dal passato, nello specifico dagli anni ‘90. Non ci sono pesanti scollature o spacchi vertiginosi (tipo femme-fatale), le giovani sono semplicemente ragazze: non ancora donne, ma neanche più bambine. Stiamo parlando di una moda posata, tranquilla, ma che non rinuncia a un leggero tocco di malizia qua e là.

Sixty young

Giacche oversize, total denim, abbigliamento sportivo per ogni occasione e colori fluo tornano a farla da padrone dopo anni di silenzio. Vista la storia di Miss Sixty, proprio il jeans è il protagonista in questa collezione, quando non parliamo di abbigliamento sportivo, specie nella sua versione coordinata. Un’altra caratteristica tipicamente anni ‘90? Il logo, sempre e comunque esposto,anzi, più è visibile, meglio è. Ovviamente, sei sei curiosa, scopri di più sul sito Miss Sixty!

Sport e non solo

Il primo colpo d’occhio che si ha, quando si sfogliano le proposte della collezione Young di Miss Sixty, è legato proprio allo sport: le giovani hanno voglia di muoversi, di scoprire il mondo e per farlo devono avere un abbigliamento comodo, ma non per questo per forza unisex.

Sixty young

Dalle felpe larghe con cappuccio alle magliette dal taglio asimmetrico, passando per le immortali t-shirt colorate, i top proposti permettono una libertà di movimento massima senza pericolo di inciampare in fastidiosi “incidenti”. In più, i modelli possono essere indossati non solo nelle ore di educazione fisica, ma anche per uscire con le amiche.

Che siano shorts o gonne in tessuto felpato poco importa. Linee semplici, comode e pratiche unite sapientemente con qualche vezzo innocente (come può essere un leggero spacco) sono tipiche dei capi di questa collezione.

Sixty young

Maliziosa sobrietà

Ovviamente la collezione Young non è solo legata al mondo dello sport: jeans stretti, gonne a pieghe e shorts sfrangiati, insieme a maglie larghe con scollo a barca e giacche coordinate, dipingono una giovane, sempre attenta allo stile, ma che non ha fretta di crescere e di apparire chi non è.

Non ci sono scollature vertiginose o spacchi imbarazzanti per questa collezione: nonostante sia giusto che  le ragazze facciano le proprie esperienze, non c’è nulla di esagerato perché pur sempre di adolescenti stiamo parlando.

Sixty young

Innovazione tradizionale

Miss Sixty si è sempre distinta per avere una moda innovativa, non legata a canoni estetici prestabiliti (sia nella scelta dei modelli che nell’accostamento dei materiali). Queste caratteristiche sono pienamente osservabili anche in questa collezione: sebbene il disegno del capo sia tradizionale, c’è sempre qualche “elemento di disturbo” che può essere una spalla scoperta, pur avendo la maglietta un girocollo, o magari una copertura impermeabile alla classica gonna jeans.

Sixty young

Share

One comment

  1. Cristina
    giugno 7, 2019 at 9:42 am

    adoro i jeans, i pantaloni più popolari nel mondo 🙂 ma anche i vestiti e le gonne in denim <3

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *